CASSA E BRACCIALE

RIMESSA A NUOVO

Con il passare degli anni, l’uso quotidiano del proprio orologio altera inevitabilmente e naturalmente il suo splendore originario. Una levigatura eseguita durante una revisione, permette di riportarlo a nuovo eliminando i graffi ed altri tracce di usura e di urti.
Questa operazione, più complessa di quanto sembri, esige lo smontaggio e il restauro di tutti gli elementi che compongono la cassa. Ogni componente deve essere trattato individualmente.
Il rispetto delle forme e delle proporzioni originarie è fondamentale. Esso richiede, non solo grande esperienza ed abilità da parte del levigatore, ma anche l’uso di apparecchi ed utensili specifici.
Come il tornio, munito di un disco di feltro intriso di una pasta leggermente abrasiva, per eliminare graffi, tracce di urti, e di usura, o come la lapidatrice con cui si rettifica il bordo della cassa danneggiato e si ricostruiscono gli angoli vivi.
La finitura si effettua con un disco di feltro ed una tela per levigare, l’uso di paste per levigare di vari tipo permette di ottenere il grado di finezza desiderato. La satinatura si esegue in due fasi; prima con una spazzola in fibra di nylon incrostata con grani abrasivi, poi con una tela smerigliata per ottenere la finitura voluta.
. . . . . . . . . . . . . . 
Anzitutto, si cancella i segni di usura con un disco di feltro poi il levigatore, procede a satinare lungo l’asse verticale. Si deposita su tutta la superficie una lacca protettiva.
Dopo l’essiccazione, le iscrizioni in rilievo sono lucidate, badando bene ad non intaccare la protezione applicata sulla parte satinata.
La lacca viene eliminata e occorre rinfrescare le parti sabbiate del fondo cassa.
Si applica, su tutta la superficie, un nastro adesivo, su cui si aprono dei tagli per esporre le parti da trattare. La sabbiatrice proietta sulla superficie, con una pressione di 4bar minuscole sfere di silicio del diametro di 10 millesimi di millimetro. Ogni operazione è preceduta da una pulitura ultrasuoni, e da una essicatura.
Il lato esterno della lunetta è arrotondato e levigato e si restaura con uno speciale strumento per levigare a mano. La parte superiore piatta ed inclinata, il restauro si esegue con il tornio per levigare.
. . . . . . . . . . . . . . 
Prima si esegue la levigatura, poi la satinatura.
Le viti dei cavalieri e della lunetta, sono sostituite sistematicamente. Il bracciale deve essere smontato in 5 parti, i due segmenti all’ altezza delle dodici e delle sei, il fermaglio, il suo coperchio e la sicura. La levigatura della chiusura pieghevole, si svolge in due tempi.
Prima con un disco di feltro, e con una tela per levigare, il levigatore ringiovanisce i segmenti del bracciale, il coperchio e la sicura, rispettando le sequenze di sgrossamento ed affinamento. Qui il bracciale è satinato sopra e sotto, poi levigato sui fianchi.
Solo una levigatura professionale permette di recuperare in pieno la bellezza di un orologio, come nel suo primo giorno di vita.
Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei Cookies Policy da parte nostra e della Privacy Policy. maggiori informazioni
Accetto

CONTATTACI